Piero Meaglia ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia del pensiero politico e delle istituzioni politiche a Torino nel 1989. Ha pubblicato "Le regole del gioco. Bobbio e la democrazia", Edizioni Cultura della Pace, San Domenico di Fiesole (FI) 1994, e "Il potere dell’elettore. Elezioni e diseguaglianza politica nel governo democratico", Città Aperta Edizioni, Troina (EN) 2006. Svolge attività ambientalista nel Basso Canavese e scrive sul periodico “La Voce del Canavese” di Chivasso.

Contenuti:
image_pdfimage_print

Perché sono per l’invio di armi all’Ucraina

L’invasione dell’Ucraina è un crimine. Ma come reagire? Marco Revelli indica come priorità assoluta quella di fermare la guerra. E aggiunge che, a questo fine, non serve l’invio di armi ai combattenti ucraini ma una trattativa. Non ne sono convinto. La priorità è, piuttosto, fermare Putin e le sue mire espansionistiche, che sono incoraggiate da atteggiamenti arrendevoli.

Chi comanderà in Italia dopo il Covid?

Chi comanderà in Italia dopo il Covid? Crescerà il potere delle forze armate, arruolate nella battaglia contro il virus? E quello della Protezione civile, impegnata a supplire le inefficienze della sanità regionale? Ma, soprattutto, lo Stato saprà riprendere il comando e spingere le imprese a investire per migliorare l’ambiente e ridurre le diseguaglianze?