Primo Piano

View All

Il taglio delle imposte sul reddito, ovvero il trionfo della disuguaglianza

Governo e maggioranza hanno raggiunto l’accordo: con i 7 miliardi disponibili si ridurranno le imposte sul reddito. Ma a chi? Ai ceti medi e a coloro che hanno redditi di centinaia di migliaia di euro mentre i poveri, con redditi fino ai 15.000 euro annui, continueranno a pagare la stessa aliquota. È il trionfo della disuguaglianza.

commenti

Molinari, “Repubblica” e le armi di distrazione di massa

Le diffamatorie affermazioni del direttore di “Repubblica” Molinari sulla natura terroristica dei no Tav sono la spia di una ben più ampia strategia del giornale del gruppo Agnelli-Elkan: occultare il declino del sistema Torino, celebrare i magnifici dividendi Fca/Psa e criminalizzare ogni voce dissenziente.

G20: universi paralleli

controcanto

Il virus, il diritto di manifestare e la caccia alle streghe

La recrudescenza del virus impone di correre ai ripari. Ma l’impressione è che si stia imboccando la strada della caccia alle streghe, della ricerca del nemico, limitando pesantemente il diritto di manifestare. Come se la democrazia, in tempi di emergenza, fosse un intralcio e non la risorsa più importante.

Il mutualismo politico come promessa e strategia di emancipazione

Costruire un mondo alternativo – e, prima ancora, delle pratiche in quella direzione – è difficile. Forse perché ciò che conta non è soltanto il contenuto dell’alternativa proposta ma anche e soprattutto la credibilità di chi la propone. Qui sta il punto, ben più che in grafiche accattivanti, slogan geniali e campagne di comunicazione.

Le foibe, il fascismo e i politici che scrivono la storia (senza conoscerla)

Carlo Giovanardi, già ministro del secondo Governo Berlusconi, zittisce gli storici che vorrebbero «attenuare le responsabilità dei comunisti» nella vicenda delle foibe. Lo fa citando un documento definito “inedito”. Peccato che confonda i documenti e i fatti. A dimostrazione che la storia, invece di strumentalizzarla, bisognerebbe studiarla.

La Conferenza nazionale sulle droghe: dentro e fuori

Dopo 12 anni di inadempienze si arriva finalmente alla Conferenza nazionale sulle droghe che, secondo la legge 309/1990, dovrebbe avere scadenza triennale. È un fatto positivo. Ma c’è uno scarso coinvolgimento degli operatori e mancano dal programma questioni fondamentali come la legalizzazione della cannabis. Di qui l’organizzazione parallela di un “Fuori Conferenza”.

La decrescita è possibile e necessaria

La decrescita, intesa come riduzione selettiva e governata della produzione di merci inutili e dannose, degli sprechi e delle inefficienze, è la strada obbligata per rientrare nei limiti della sostenibilità ambientale. Ma è anche l’unico modo per superare la crisi economica creando occupazione in attività utili che consentono di attenuare i fattori della crisi ecologica.

Il futuro del sindacato: burocratizzazione o rinnovamento?

Il sindacato è a un bivio: da un lato c’è una ulteriore burocratizzazione (e marginalizzazione), dall’altro un profondo rinnovamento a partire dal basso e dall’unità di tutti i lavoratori. In varie parti del mondo ci si sta muovendo nella seconda strada. Non in Italia, dove il sindacato vive nella richiesta permanente di un “tavolo” e di servizi assistenziali e di tutela al singolo lavoratore.

Direttore di “Repubblica”, noi intanto ti quereliamo!

Chi sono i terroristi? “Il movimento No Tav e i suoi aderenti” dichiara, confidando nell’impunità dei potenti, il direttore de “la Repubblica” Maurizio Molinari. Tempo di organizzarsi e poi, da ieri, centinaia di valsusini corrono a comprare la marca da 3,92 euro da apporre sull’atto di querela. Venerdì è il gran giorno: direttore, noi intanto ti quereliamo (e saremo centinaia)!

Come è green quel treno! Il TAV ai tempi della COP26

Il Governo dice che vuol fare sul serio e che, entro il 2030, ridurrà le emissioni climalteranti del 55%. Eppure continua a sostenere a spada tratta la Torino-Lione, anche se lo scavo del suo tunnel di base comporterebbe, secondo gli stessi proponenti, un’emissione di CO2 pari a 10 milioni di tonnellate. Che abbia ragione Greta e che sia tutto un blah, blah, blah?

Riforma della legge elettorale: “passata la festa gabbato lo santo”

La riduzione del numero dei parlamentari è stata varata con l’assicurazione che sarebbe stata integrata con una legge elettorale proporzionale. Sono passati due anni e nulla è cambiato. È, dunque, pressoché certo che alle prossime elezioni politiche si voterà con il Rosatellum oggi in vigore. E poi ci si sorprende del discredito della politica.

Lilian Thuram e il pensiero bianco

Occorre studiare la “bianchezza”: in che modo i bianchi, che rappresentano il 16,8% della popolazione mondiale, vivono il fatto di dominare i non-bianchi. Uno splendido libro di uno dei più straordinari giocatori di calcio degli ultimi decenni, che appena attaccato le scarpette al chiodo ha dato vita a una Fondazione contro il razzismo.

Marylin ha gli occhi neri

Il tema centrale di “Marylin ha gli occhi neri”di Simone Godano, è proprio il confronto con un modello irraggiungibile che è all’origine della nevrosi e dell’infelicità non solo dei protagonisti ma anche, spesso e volentieri, di noi spettatori. Con una lezione non da poco: che l’empatia verso gli altri passa, prima di tutto, dall’accettazione di sé stessi.

Quando l’ecologia si trasforma in imbroglio ecologico

L’ecologismo o è conflittuale o non è, e l’ecologia non sostenuta da un cambio di visione dell’economia è nulla più che un imbroglio. Si parla tanto di transizione ecologica, ma valutati i protagonisti cui è stata affidata, è assai probabile che essa si riduca a una transizione tecnologica fonte di ulteriore degrado. Mentre la new generation rischia di essere la last generation.

Bussate e non vi sarà aperto

La Polonia e l’Europa cercano di arrestare le migrazioni con i muri (virtuali e reali). È singolare che un continente in crisi demografica respinga i bambini accampati al freddo nella foresta bielorussa e si cinga di filo spinato. Una rivolta morale e un’azione politica coerente sono a questo punto irrinunciabili. I profughi devono essere accolti: ne va dell’anima stessa dell’Europa.

Veneto. Zaia, protettore dei bambini

Non è uno scherzo, è una reale vicenda tragicomica. Le città del Veneto saranno attraversate da una mostra itinerante organizzata della Regione con il titolo “#AndràTuttoBene”, con i disegni indirizzati dai “bimbi veneti” al presidente Zaia, “una figura di grande valore simbolico e protettivo a cui i bambini delle varie fasce d’età hanno fatto riferimento costante”. Incredibile ma vero!

Europa e Stati Uniti: un rapporto storicamente complesso

Le difficoltà nei rapporti tra Europa e Stati Uniti, emerse soprattutto durante la presidenza Trump, non sono una novità ma risalgono ai tempi di Jefferson e di Tocqueville. E si sono acuite nel secolo scorso anche se l’influenza culturale americana ha segnato l’Europa (e l’Italia) in molti settori della società e della cultura.

Lukašėnka, Erdogan e l’Europa

La crisi umanitaria ai confini di Bielorussia e Polonia ripropone il problema delle deleghe al controllo dei flussi migratori conferite dall’UE a diversi regimi autoritari. È sempre più evidente il fiato corto, oltre che il disvalore etico, di posizioni come quella secondo cui «Erdogan è un dittatore di cui abbiamo bisogno». Perché è un attimo cambiare quel nome con Lukašėnka.

rimbalzi

Ricchi

Lettera ai ricchi

Cari ricchi, il mondo sta finendo o è già finito non per colpa dell’uomo in generale ma per colpa vostra. Avete abilmente nascosto le vostre colpe al punto che i poveri votano per voi, ma dovete pentirvi, perché la vostra ricchezza non solo fa male al mondo ma anche a voi stessi. Siete molto malati, abbiate il coraggio di dirlo a chi vi guarda e vorrebbe diventare come voi.

I No vax di dio

materiali

Omicidi e violenza di genere

Gli omicidi nel nostro Paese sono in costante diminuzione: in ultimo sono passati da 359 nel 2018 a 263 nel 2021 (fino al 21 novembre). Restano invece stazionari i femminicidi, passati negli ultimi quattro anni dal 39 al 41%, e gli omicidi commessi da partner ed ex partner. Questi i dati forniti dal Servizio Analisi Criminale della Direzione centrale della Polizia.