Renzi, Briatore e la televendita

Renzi, Briatore e la televendita

È imbarazzante il Matteo Renzi che compare a Cannes per parlare di Firenze e di bellezza in compagnia di Flavio Briatore. Ma la compagnia ha il merito di chiarire l’orizzonte di valori condiviso dai due: il primato del denaro, il disprezzo delle regole, il successo personale come obiettivo supremo.
Stefano Cucchi, i silenzi, le parole

Stefano Cucchi, i silenzi, le parole

Ci sono voluti quasi nove anni perché qualche barlume di verità cominci a emergere anche in sede giudiziaria sulla morte di Stefano Cucchi. Dopo una lunga sequenza di silenzi, coperture, omertà. Ma altri anni e altre fatiche ci vorranno perché si arrivi a una sentenza definitiva e, soprattutto, a un cambiamento di cultura nelle istituzioni.
La lenta eutanasia della stampa scritta

La lenta eutanasia della stampa scritta

"Repubblica" vende circa un terzo del suo periodo più glorioso e non va meglio il "Corriere della Sera". Soppiantati da social e siti, sono in caduta verticale di vendite quotidiani (salvo quelli sportivi) e periodici. Come uscirne? Non certo puntando sui gadget.
La timidezza del presidente Mattarella

La timidezza del presidente Mattarella

A fine maggio il Presidente della Repubblica rifiutò la nomina di Paolo Savona a Ministro dell’economia invocando i suoi doveri costituzionali a tutela del risparmio. Sorprende che oggi, di fronte al decreto Salvini che mette a rischio altri princìpi costituzionali, si sia limitato a un richiamo formale dell’art. 10 Costituzione.
Chiudere i centri commerciali la domenica?

Chiudere i centri commerciali la domenica?

La proposta di chiusura di supermercati e centri commerciali nei giorni festivi sta provocando polemiche a non finire. In realtà un’inversione di rotta rispetto alla liberalizzazione attuale non avrebbe conseguenze economiche negative e potrebbe incidere positivamente sulla qualità della vita di molti.
Perché valga la pena essere uomini e donne

Perché valga la pena essere uomini e donne

Vorrei dire a tutto il mondo che non ho niente di cui vergognarmi, niente da nascondere. Rifarei sempre le stesse cose, che hanno dato un senso alla mia vita. Vi auguro di avere il coraggio di restare soli e l’ardimento di restare insieme, sotto gli stessi ideali.
Wenders: solidarietà con Mimmo Lucano

Wenders: solidarietà con Mimmo Lucano

Il grande regista Wim Wenders si schiera con il sindaco di Riace Mimmo Lucano e invita alla solidarietà internazionale contro il suo arresto: "Se iniziamo ad arrestare e imprigionare persone di buona volontà, visionari e grandi europei come Mimmo Lucano..."

commenti

La legge dell’omertà: dal G8 di Genova al caso Cucchi

Una democrazia si regge sulla trasparenza. È ciò che manca in Italia, come dimostrano l’omertà e i falsi che hanno accompagnato il caso Cucchi.

Di Maio, Repubblica, i giornalisti

controcanto

La giurisdizione alla prova del caso Riace

Le molte questioni aperte, anche sul versante giudiziario, dall’arresto di Mimmo Lucano rendono opportuno, dopo le prime considerazioni a caldo, un supplemento di riflessione.

Un giusto. Siamo con lui!

A proposito di diritti: separazione e figli minori

C’è, nel Paese, un vento di restaurazione che evoca la famiglia tradizionale e presunti “princìpi naturali” per attaccare l’uguaglianza e i diritti di tutti. Dopo il divorzio, l’interruzione di gravidanza e le unioni civili, sono in pericolo, a seguito di un disegno di legge leghista, anche i diritti dei bambini.

Politiche e politiche economiche surreali

Al di là delle affermazioni di principio, dei toni e dell’arroganza verbale, la politica economica dell’attuale governo non sembra poi così lontana da quella dei suoi predecessori, fondata com’è su più debito pubblico, più incentivi al consumo, più condono fiscale…

Belle parole e salari da fame: il caso H&M

Le donne che lavorano nelle fabbriche del colosso dell’abbigliamento H&M in India, Turchia, Cambogia e Bulgaria ricevono salari da fame. Alla denuncia della Campagna Abiti Puliti l’azienda risponde rivendicando una “strategia di salario equo e solidale”. Ma intanto le cose non cambiano.

Il pane amaro

Il problema del Paese è la disuguaglianza, che aumenta a dismisura anche quando il PIL cresce. Delle misure adeguate contro la povertà sono, dunque, necessarie e, tra l’altro, possono anche trainare la crescita. Il rischio per i conti pubblici non sta qui ma nell’ambiguità della politica.

I diavoli di Riace

Riace “deve essere abbattuta: troppo pericolosa per chi aspira a disumanizzare la terra”. L’Inquisizione scatenata contro Mimmo Lucano e il suo “modello di accoglienza” testimonia della mutazione antropologica avvenuta sotto i nostri occhi: la colpa che gli attribuisce il potere è di “essersi preso cura” degli altri, grave eresia in tempi di egoismo forzato.

Condonare e inquinare: governo nuovo, vizi vecchi

L’illusione era che il nuovo Governo si impegnasse, almeno, nella tutela dell’ambiente. Accade esattamente il contrario. Con il cosiddetto decreto legge Genova, infatti, si condonano abusi edilizi a Ischia e si aumenta la possibilità di spargere ovunque, nei campi, reflui di depurazione…

Non deporterete nessuno!

A Riace non avverrà nessuna deportazione. Se i migranti non vorranno allontanarsi resteranno e partirà un nuovo progetto al quale una grande comunità nazionale e internazionale è già pronta a rispondere. Contro la violenza del rifiuto, dei pregiudizi, della diffamazione.

Bisognava muoversi: immagini altre dalla Torino di fine millennio

Una rassegna dedicata a tre registi torinesi indipendenti, eretici e non allineati (Armando Ceste, Alberto Signetto e Alessandro Tannoia) restituisce il clima dell’altra Torino di fine millennio, impegnata contro le ingiustizie e le ipocrisie del mondo.

Il vento incerto della Baviera

All’indomani del voto in Baviera, disposti ormai al peggio, tiriamo un sospiro di sollievo perché la destra nazionalista (AFD) si è fermata al 10,2 per cento, ma sarebbe fuori luogo cantare vittoria: nessuno può dire che l’aria stia nuovamente cambiando a favore del campo della solidarietà e dei diritti.

rimbalzi

Il reddito “di sudditanza” e la trasformazione autoritaria dello Stato

Il reddito di cittadinanza promesso dal M5Stelle in campagna elettorale si sta rapidamente rivelando una sorta di reddito “di sudditanza” con tanto di regole comportamentali per chi lo riceve e sanzioni penali per chi le infrange. Inutile dire che non è la stessa cosa.

False notizie e false verità

materiali

Il processo per la morte di Stefano Cucchi: una rassegna stampa

La notizia della rottura dell’omertà sull’omicidio di Stefano Cucchi ha determinato molte reazioni sui media. Il “Notiziario quotidiano dal carcere” di Ristretti Orizzonti del 12 ottobre ha predisposto un’utile rassegna stampa della giornata.