Legittima difesa e Far West

Legittima difesa e Far West

Senza reali opposizioni e grazie all’introduzione di presunzioni legali in tema di legittima difesa, lo slogan della Lega per cui «la difesa è sempre legittima» sta per diventare legge. Ma trasformare il Paese in un Far West con licenza di uccidere non giova alla sicurezza e lede i princìpi fondamentali del sistema.
I Sì Tav, i No Tav e le pecore

I Sì Tav, i No Tav e le pecore

Una delle promotrici della manifestazione torinese dei Sì Tav invita noi oppositori della Torino-Lione a “comprarci una pecora e a decrescere felicemente in qualche valle piemontese”. Ignora la signora, tra le tante cose, che noi una valle meravigliosa già ce l’abbiamo e che sono loro a volercela togliere…
Le buone ragioni per la legalizzazione della cannabis

Le buone ragioni per la legalizzazione della cannabis

A differenza di quanto accade nel resto del mondo le ragioni a sostegno della legalizzazione della cannabis faticano a trovare spazio nel nostro Paese. Eppure le esperienze realizzate ne dimostrano la bontà per la tutela della salute dei consumatori e per il contrasto della criminalità.
Germania: non solo Merkel

Germania: non solo Merkel

La politica tedesca è in movimento. L’avvio è stato dato dalle elezioni in Baviera e in Assia e dalla decisione di Angela Merkel di uscire progressivamente dalla scena. Ma l’effetto domino che ne è conseguito riguarda anche una sinistra in difficoltà in cui spicca il successo dei Verdi.
Usa: novità e conferme nelle elezioni di midterm

Usa: novità e conferme nelle elezioni di midterm

I segnali più importanti di novità delle elezioni di metà mandato sono stati l’elevata partecipazione al voto, un nuovo protagonismo delle donne e un’inedita centralità delle politiche sanitarie. In questo contesto sembrano esserci le condizioni per costruire un’alternativa a Trump.
USA: cosa insegnano le elezioni di metà mandato

USA: cosa insegnano le elezioni di metà mandato

Dopo le elezioni di midterm tutti, negli Stati Uniti, cantano vittoria: i democratici, che hanno conquistato la Camera, e i repubblicani, che hanno mantenuto il Senato. Ma il potere di Trump è ridimensionato, grazie a un sistema che favorisce il bilanciamento dei poteri. È un messaggio anche per noi…
Bar sport. Ben più di una partita…

Bar sport. Ben più di una partita…

Ci sono partite di calcio e squadre che fanno parte della leggenda, della cultura popolare, della letteratura. Persino della politica. Il Barça, il Real Madrid, il River Plate, il Boca Juniors… Speriamo che tutto non sia distrutto dal business. Perché si può sognare la luna anche correndo dietro a un pallone.

commenti

Le “fate ignoranti” di Torino

La manifestazione di Torino a favore del Tav Torino-Lione scontava, nella sua organizzazione e nelle modalità di mobilitazione una profonda ignoranza dei dati fondamentali e dell’informazione indispensabile per formulare un gioudizio. E’ il segno del declino di una città e di una classe imprenditoriale inadeguata.

I 5 Stelle e la Costituzione

Il DEF e la truffa delle parole

controcanto

La piazza della Torino perduta

Il culto del TAV a Torino è diventato una fede, anzi una superstizione. Una città che si affida, per “salvarsi”, a un totem falso come la Torino-Lione è perduta. La piazza di sabato 10 novembre non era il futuro, ma il passato di quel “sistema Torino” che per un quarto di secolo ha gestito il declino della città.

Torino e la Valle di Susa

Il cervello che legge

La lettura tradizionale favorisce produzione di immagini mentali e dialogo con l’autore. La lettura digitale, invece, porta alla dispersione, a un’attenzione sempre parziale, a una lettura di sorvolo, alla decontestualizzazione dei dati e dell’informazione

Quali politiche contro l’austerità liberista?

Le regole della governance europea fondate sull’obbligo, per gli Stati, di un pareggio di bilancio ottuso e soffocante sono economicamente insostenibili e rompono la coesione sociale europea. Bisogna, dunque, cambiarle. Ma per farlo occorre avere prospettive chiare e costruire alleanze.

La Corte costituzionale e il Jobs act

Con la sentenza n. 194/2018, la Corte costituzionale ha sconfessato l’impostazione del Jobs Act, che puntava a fare del licenziamento un semplice “costo” predefinito per l’imprenditore trascurando ogni collegamento con la situazione concreta del lavoratore. L’auspicio è che ciò serva come indicazione per il futuro.

Ancora sulla scuola della secessione

Siamo in vista di una possibile regionalizzazione della scuola in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Ciò comporterebbe una ri-definizione di quel luogo chiamato classe, di quel tempo chiamato orario delle lezioni e, soprattutto, di quel campo fatto di contenuti e di metodi, di pedagogia e di didattica.

La cultura del giornalismo alla prova del TAV

A cosa servono i giornali? A fornire informazioni (magari in contraddittorio) o a criminalizzare gli avversari, propri o del Potere di cui sono espressione? Il direttore de “La Stampa” non ha dubbi e ci offre, nel commento alla manifestazione Sì TAV del 10 novembre, una pagina da non perdere.

Un Paese di abusivi

Di nuovo, questa volta vicino a Palermo, l’abusivismo edilizio ha ucciso. Non sarà l’ultima volta. Benché sia un crimine contro la società esso è allegramente tollerato: dai vecchi governi come dal nuovo. Le case abusive non vengono abbattute e, a fianco, se ne costruiscono di nuove…

Clavière, i migranti, il confine

Ogni notte è così. Decine di migranti che tentano di raggiungere la Francia, anche se nevica e fa sempre più freddo. È una battaglia della guerra grottesca e anacronistica tra Italia e Franca (o, più esattamente, tra Salvini e Macron). Una guerra di immagine combattuta sulla pelle dei migranti.

Piemonte. Meglio la salute o gli arredi?

Può una regione con decine di migliaia di cittadini non-autosufficienti in attesa di essere presi in carico dal servizio sanitario pubblico destinare milioni di euro del bilancio regionale, anziché alla cura dei malati, al rinnovamento degli arredi dei propri uffici? Può, purtroppo…

Turchia. Il sultano, i prigionieri politici, Ocalan

In Turchia quel poco che rimaneva di Stato di diritto è stato smantellato dal presidente Tayyip Erdoğan. La situazione dei prigionieri politici è gravissima. Tra essi c’è, da quasi vent’anni in isolamento nel carcere dell’isola di Imrali, Abdullah Ocalan, simbolo dei Curdi e della loro resistenza.

rimbalzi

La certezza della pena di Salvini

La pena? Carcere e buttare la chiave. Parola di Salvini e non solo. Certo ci sono alcuni ostacoli: la Costituzione, la Corte costituzionale, la Corte europea dei diritti dell’uomo. Ma non importa, basta cambiare la prima e chiudere corti e “baracconi”. È il cambiamento, bellezza.

Il Brasile che volta pagina

materiali

Il decreto immigrazione non funziona

Il decreto legge su sicurezza e immigrazione è stato approvato dal Senato senza alcun dibattito di merito, avendo il Governo posto la questione di fiducia. Eppure le violazioni al sistema dei diritti fondamentali sono molti, come segnalato in un documento del Tavolo nazionale asilo.

L’autismo, Grillo e i pregiudizi