Come dare senso, oggi, al 25 aprile

Non è tempo di celebrazioni formali ma di una rivoluzione della “giustizia sociale”. Il consenso a Salvini e ai nuovi fascismi si combatte solo con una cultura e una politica che diano «ad ogni uomo la dignità di uomo». E il 25 aprile si salva se diventa la bandiera di una nuova età di eguaglianza e inclusione.

Un apartheid in versione italiana

Nei giorni scorsi, il ministro dell’interno ha ordinato alle forze armate di controllare l’opera di salvataggio in mare della nave “Mare Jonio” e attribuito ai prefetti la possibilità di istituire “zone rosse” nelle città scavalcando i sindaci. È un progetto autoritario che credevamo definitivamente archiviato il 25 aprile 1945.