Il Covid e la scuola: un’esperienza

L’arrivo del primo caso di Covid nella classe di mia figlia (in un liceo di Firenze) ha fatto cadere l’illusione che fossimo pronti. Un disastro organizzativo, un disastro comunicativo, un disastro civile: non della scuola (che, nonostante tutto, si è attrezzata), ma di quel che le sta intorno: in particolare la politica e il sistema sanitario.

Maestri traditi

Pietro Chiodi “fu filosofo per la stessa ragione per cui fu partigiano. Si trattava di realizzare con mezzi diversi uno stesso scopo: quello di contribuire ad emancipare l’individuo e ad affermarne in modo completo l’umanità” (Abbagnano). Un bel libro ci ricorda ora la distanza tra quel mondo d’impegno, e il nostro presente, fatto di selfie e di finti dibattiti televisivi.