Prende forma il Fronte Progressista Internazionale

image_pdfimage_print

L’evento, organizzato dal senatore democratico Bernie Sanders, ha riunito politici progressisti in New York; nel testo, l’ex sindaco di San Paulo (Brasile) sottolinea la “scalata antidemocratica”.

L’ex sindaco di San Paulo e candidato per il PT (Partito dei Lavoratori) alle elezioni presidenziali del 2018, ha affermato che contenere la crescita dell’oscurantismo è un obbligo mondiale nella sua lettera distribuita durante il lancio del Fronte Progressista Internazionale in questo sabato 1 dicembre, in New York. L’evento è stato organizzato dal senatore democratico Bernie Sanders. Oltre al politico brasiliano, la coalizione internazionale riunisce nomi della politica progressista di tutto il mondo, come l’ex ministro delle Finanze della Grecia, Yanis Varoufakis e lo scrittore portoghese Rui Tavares.

Secondo Tavares l’incontro è un fiorire di idee e un’alternativa alla crescita a livello mondiale della estrema destra nazionalista. «Questo è più di un incontro. È un fiorire di idee, di proposte nate in diverse aree geografiche, nella sinistra, che ha come obiettivo costruire un’alternativa al neoliberismo e battere la crescita dell’estrema destra nazionalista», ha detto lo storico e giornalista del giornale portoghese “Publico”.

Haddad ha inviato la sua lettera alla Direzione Nazionale del Partito dei Lavoratori. Ecco il testo.

Compagne e compagni della Direzione nazionale del PT, vorrei essere lì con voi in questo importante momento di riflessione all’interno del nostro partito, ma ho assunto l’impegno di portare il nostro messaggio ai settori progressisti internazionali proprio in questo giorno. La crescita dell’oscurantismo è un problema mondiale e dobbiamo riunire le nostre forze attorno a questo tema e a come affrontarlo e combatterlo.

I settori progressisti internazionali seguono con molta attenzione e preoccupazione la crescita antidemocratica che vede protagonisti i nostri avversari. Sono negli Stati Uniti su invito del senatore nord americano Bernie Sanders e dell’ex ministro greco Yanis Varoufakis, per contribuire alla formazione di una Internazionale Progressista che vuole riunire le forze per confrontarsi con le sfide che ci stanno di fronte.

Sono grato al PT e al Presidente Lula per la fiducia che hanno riposto in me in questo duro momento di persecuzione politica e giudiziaria scatenata contro il nostro partito e che si è materializzata nella condanna politica e nel carcere, che ha impedito a Lula di essere candidato alla Presidenza, in contrasto anche con i nostri trattati internazionali e con una risoluzione dell’ONU.

Dobbiamo affrontare con onore e coraggio una difficile campagna (contro il PT e le forze progressiste) e spero di rispondere alle vostre aspettative nei miei confronti. Esco da questo processo convinto dell’importante missione che dovremo compiere nel prossimo periodo uniti al popolo, che sta soffrendo per i retrocessi imposti da un’agenda di privazione e alienazione dei diritti fondamentali. Mi pongo al servizio del partito e spero di essere all’altezza delle nuove sfide che affronteremo insieme.

Fernando Haddad

tratto dal sito internet brasiliano “Opera Mundi”

Opera Mundi

“Opera Mundi” è una rivista on-line brasiliana. https://operamundi.uol.com.br/

Vedi tutti i post di Opera Mundi