Primarie PD – La resurrezione di Lazzaro?

La partecipazione alle Primarie del PD è la resurrezione di Lazzaro, come hanno scritto i grandi giornali? O “il rimbalzo del gatto morto”, come dicono gli anglosassioni? Nicola Zingaretti è la svolta tanto attesa? O la continuità camuffata? I suoi primi passi sono terribilmente deludenti, a cominciare dalla scelta di inaugurare il mandato con un ossequio al TAV.

L’animo nostro informe

All’indomani del 4 marzo dobbiamo dircelo fuori dai denti: in questa nuova Italia bicolore la sinistra non c’è più. Non ha più spazio come presenza popolare, come corpo sociale, neppure come linguaggio e modo di sentire comune e collettivo. E la cosa ci riguarda tutti: perché questo mondo che non riconosciamo, non ci riconosce più…

Renzi con le nonne

Micron italiano

Anchi i giornali un tempo fedeli oggi, dopo la chiusura delle liste elettorali, lo ammettono: il Pd è finito. Nel senso che “non c’è più”, almeno se lo si intende come gruppo dotato di forme di vita e di deliberazione collettiva con procedure interne di discussione e di decisione, Al suo posto c’è solo il PdR (o partito di Renzi).