Il regionalismo non ha tutte le colpe

In questi giorni difficili i governanti, invece di cooperare lealmente nell’interesse nazionale, si accapigliano alla ricerca di un margine di consenso a discapito degli altri. I “governatori” regionali sono in prima fila. Ma la soluzione non sta nella eliminazione delle Regioni (o magari del Parlamento) bensì nel ripensamento della politica.

È il momento della responsabilità

A primavera il Governo aveva risposto in modo adeguato all’irrompere della pandemia. Per questo andava difeso. Ma oggi il giudizio va ribaltato: di fronte al ritorno del contagio l’esecutivo si è mostrato impreparato e incapace di una visione generale. E non consola il fatto che analoga incapacità abbiano mostrato le regioni e l’opposizione.