Il presepe, la laicità dello Stato, il razzismo

Un’assessora della Regione Piemonte dà istruzioni ai dirigenti scolastici perché allestiscano presepi e alberi di Natale e organizzino “recite o canti legati al tema della Natività”: per tutelare – spiega – la nostra identità culturale. Dimenticando che in uno Stato laico il presepe è scelta di chi lo desidera e non imposizione per tutti.

La prova dell’immigrazione

Da 20 anni i governi, di ogni colore, considerano l’immigrazione un’emergenza da tamponare. Con i risultati ben noti. La domanda è, invece, come regolamentare una migrazione economica in cui i fattori climatici e le catastrofi ambientali si legano inestricabilmente alle guerre. Proverà il nuovo Governo a darle risposte?