Grandi eventi per piccoli stadi

Il Governo ha rilanciato la possibilità che l’Italia ospiti grandi eventi dello sport. Ma il nostro Paese ha un’impiantistica sportiva vecchia e superata. L’ultima generazione di stadi è quella sfornata per Italia ’90 e i club professionistici del calcio non vogliono o non possono seguire l’esempio della Juventus.

Plusvalenze, il doping del calcio

Le società calcistiche di serie A, B e C hanno accumulato 4 miliardi di debiti, che vengono occultati con trucchi contabili e facendo ricorso al meccanismo delle plusvalenze, ovvero alla valutazione sovradimensionata dei giocatori. La cosa è tollerata da tutti ma, intanto, il sistema è a rischio implosione.

Non sono più gli ultras di una volta…

La fotografia del ministro dell’interno Salvini in atteggiamento amichevole con il capo di un gruppo ultras milanista è il segnale della trasformazione della galassia degli ultras intervenuta negli ultimi 25 anni: non più espressione antisistema ma fenomeno inquadrato nel sistema dominante e ad esso funzionale.

Siamo tutti Koulibaly

«Sono orgoglioso del colore della mia pelle. Di essere francese, senegalese, napoletano, uomo», così Kalidou Koulibaly, roccioso difensore del Napoli, dopo i boati e gli ululati di San Siro. È auspicabile che questa lezione di civiltà induca arbitri e dirigenti del calcio ad abbandonare pavidità e complicità col razzismo.

Elogio controcorrente di José Mourinho

Il tifo ha le sue leggi, spesso irrazionali. E non c’è connessione fra l’identità calcistica e le scelte che le persone compiono in altri ambiti. Così possiamo permetterci di apprezzare José Mourinho per il solo fatto di avere portato la nostra squadra a vincere molti “tituli”, oltretutto sfottendo gli avversari storici…