Autonomia differenziata: colpo di grazia al Servizio Sanitario Nazionale

image_pdfimage_print

L’autonomia differenziata in sanità rischia non solo di portare al collasso la sanità del Mezzogiorno, ma di dare anche il colpo di grazia al Servizio Sanitario Nazionale (SSN), causando un disastro sanitario, economico e sociale senza precedenti.

Il disegno di legge Calderoli, attualmente in discussione alla Camera dei Deputati, di fatto non potrà ridurre le diseguaglianze, perché renderà le Regioni del Centro-Sud sempre più dipendenti dalle ricche Regioni del Nord, le quali a loro volta rischiano paradossalmente di peggiorare la qualità dell’assistenza sanitaria per i propri residenti.

Per esaminare le criticità del testo del disegno di legge e analizzare il potenziale impatto sul SSN delle maggiori autonomie richieste dalle Regioni in materia di “tutela della salute” la Fondazione GIMBE ha pubblicato il Report L’autonomia differenziata in sanità.

Qui il link per il testo integrale del Report

Gli autori

Fondazione Gimbe

Guarda gli altri post di:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.