Controfinanziaria 2024 – 84 proposte per cambiare l’Italia

image_pdfimage_print

Anche quest’anno la Campagna Sbilanciamoci! Propone la sua “Controfinanziaria” – Rapporto sulla o sulla o sulla Legge di bilancio 2024 , frutto del lavoro collettivo delle 51 organizzazioni aderenti.

La “Controfinanziaria” 2024 – che contiene un’analisi critica del disegno di Legge di bilancio attualmente in discussione in Parlamento e una contromanovra con le proposte della società civile – ammonta a oltre 46 miliardi di euro, si chiude in pareggio e annovera 84 proposte puntuali, concrete e praticabili da subito articolate in 7 ambiti chiave di intervento: fisco, finanza ed enti locali; politiche industriali, lavoro e reddito; cultura e conoscenza; ambiente e sviluppo sostenibile; welfare e diritti; cooperazione, pace e disarmo; altraeconomia.

«La Legge di bilancio del Governo Meloni è sbagliata, rinunciataria e iniqua» – dichiara il Portavoce della Campagna Sbilanciamoci! Giulio Marcon –. «È una legge con un impatto risibile sul PIL, che favorisce l’evasione fiscale e i privilegiati, aumenta le spese militari, taglia i fondi alla sanità e al welfare, criminalizza i migranti, non guarda in alcun modo alla lotta a diseguaglianze e cambiamenti climatici, devolve miliardi di euro a un’opera dannosa e inutile come il Ponte sullo Stretto».

Per quanto riguarda le voci di uscita, tra le proposte della “Controfinanziaria” per il 2024 vi sono 5 miliardi di euro da destinare alla giusta transizione ecologica, 6 miliardi per il Servizio Sanitario Nazionale, 2,5 miliardi per le politiche sociali, 6 miliardi per il diritto allo studio, 1,5 miliardi per la Cooperazione allo sviluppo, 3 miliardi di euro per gli Enti Locali, la creazione di nuovi 50 Centri antiviolenza. Tra le voci di entrata compaiono invece i ricavi legati alla riduzione delle spese militari (5 miliardi) e dei Sussidi Ambientalmente Dannosi (7 miliardi), all’introduzione di un sistema fiscale improntato alla progressività e all’equità (30 miliardi, con misure sulle grandi ricchezze, la revisione dell’IRPEF per le classi alte di reddito, le transazioni finanziarie speculative e le rendite finanziarie), alla cancellazione delle risorse del 2024 per il Ponte sullo Stretto (780 milioni).

«Il Rapporto 2024 di Sbilanciamoci!» – conclude Marcon – «delinea una manovra di bilancio ispirata a scelte radicalmente alternative rispetto a quelle del Governo Meloni, guardando a un buon utilizzo della spesa pubblica per un modello di sviluppo diverso, sostenibile e di qualità, fondato sul benessere e l’interesse collettivo e non sull’interesse privato, sui diritti e non sui privilegi, sul lavoro e non sulla precarietà, sulla transizione ecologica e non sull’energia fossile, sul disarmo e non sulla guerra».

Il testo completo della Controfinanziaria è scaricabile qui

Gli autori

Sbilanciamoci!

nessuna descrizione per questo utente

Guarda gli altri post di: