Chiara Rapaccini, Mio amato Belzebù. L’amara Dolce vita con Monicelli e compagnia (Giunti, 2023)

image_pdfimage_print

Firenze 1975, Mario Monicelli gira “Amici miei”, è un mostro sacro del cinema, ha 60 anni. Chiara Rapaccini viene scelta come comparsa per quel film, è una ragazza fiorentina di 20 anni, studentessa, femminista. I due si incontrano sul set, Chiara ignora chi sia Monicelli, Mario la corteggia, la provoca, lei è infastidita e attratta allo stesso tempo. Si cambia scenario, la rumorosa troupe lascia Firenze e torna a Roma, Chiara segue Mario e da quel momento comincia una complicata storia d’amore che durerà 35 anni, in compagnia di Noiret, Tognazzi, Risi, Scola, Amidei, Cecchi D’Amico, Mastroianni, Deneuve, Ferreri, Sordi, Vitti, Gassman, Betti, Moravia e tutti i fantastici personaggi che hanno caratterizzato quei magnifici anni del cinema italiano. Un racconto sentimentale, ironico e tagliente che non fa sconti a nessuno, in primis all’autrice stessa.

Segnalazione di

Giorgio Razzoli
libraio di Cartolibreria Bastogi
corso Italia n. 25, Orbetello
tel. 0564.867103

libreriabastogi@gmail.com
pagina facebook Cartolibreria Bastogi

Gli autori

Giorgio Razzoli

Giorgio Razzoli, libraio, è contitolare della cartolibreria Bastogi, sita nel cuore di Orbetello.

Guarda gli altri post di: