Piera Ventre, Gli spettri della sera (Neri Pozza, 2023)

image_pdfimage_print

Una coppia di ragazzini nel pieno degli anni Ottanta. Sono cugini. Lei, Stella, voce narrante ha sedici anni; lui, Michele, dieci. Vengono mandati dai genitori da Napoli nell’Astigiano, per trascorrere una vacanza estiva nella cascina degli zii, contadini senza figli, Marina e Rensin.
Stella ha in testa il sogno del viaggio americano coast to coast, è disinibita, ha da poco dato il suo primo bacio e lo ha dato a una ragazza. Michele ha sempre il naso tra i libri, “un piccolo genietto”, appassionato di dama. Impareranno in questa estate il legame con la terra, la fatica dei campi e delle vigne. Per la prima volta alzeranno gli occhi su immensi cieli stellati che nascondono storie di famiglie e di comunità.
Un omaggio alla terra di Nuto Revelli, di Pavese e Fenoglio, fili indissolubili tra generazioni.


Segnalazione di

Martina Franchino
libraia di La Casa dei Libri
corso Laghi, 31, Avigliana (Torino)
tel. 011.9320999

lacasadeilibri@gmail.com

Gli autori

redazione

Guarda gli altri post di: