Franz Werfel, I quaranta giorni del Mussa Dagh (Mondadori, 2021)

image_pdfimage_print

Grande romanzo sulla dimenticata tragedia armena. Primavera 1915, Antiochia, Impero ottomano. Gabriel Bagradian, armeno da tempo stabilitosi all’estero, è in visita nel villaggio natale con la moglie francese e il figlioletto quando il governo ottomano dà inizio alla deportazione e allo sterminio del suo popolo. Le comunità che abitano alle pendici del monte Mussa Dagh decidono di combattere. Gabriel Bagradian, l’intellettuale che ha studiato alla Sorbona, a guidare l’eroica resistenza. Indimenticabile romanzo storico, profetica denuncia di tutti i genocidi.

Segnalazione di

Federico Bena
Libraio de L’Ibrida Bottega
Torino – via Felice Romani 0/A
tel. 011.19871905

info@libridabottega.it
L’Ibrida Bottega

Gli autori

redazione

Guarda gli altri post di:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.