N. Scott Momaday, Casa fatta di alba (Edizioni Black Coffe, 2022)

image_pdfimage_print

Casa fatta di alba è un libro uscito oltre cinquant’anni fa e prima opera di un nativo americano a vincere un Pulitzer. Come l’autore Abel, il protagonista, è un nativo americano, diviso tra tradizione e modernità, che vive sulla propria pelle gli effetti della guerra, dello sradicamento e dell’assimilazione culturale. Il titolo viene dal primo verso di una preghiera Navajo che è un’intensa invocazione del sacro da parte di una cultura antica, nobile e profondamente influenzata da principi estetici e morali. Così questo romanzo, concepito inizialmente come raccolta di poesie, incanta raccontando una storia di una possibile riconciliazione.

segnalazione di

Filippo Scisciani
libraio di Binaria
Centro commensale del Gruppo Abele
tel. 011.537777

binaria@gruppoabele.org
www.gruppoabele.org
@binaria34

Gli autori

redazione

Guarda gli altri post di:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.