Alexandra Lapierre, Belle Greene (E/O edizioni, 2021)

image_pdfimage_print

Siamo a New York nei primi anni del Novecento, Belle da Costa Greene, detta Belle Greene, diventa la direttrice della biblioteca del facoltoso banchiere John Pierpont Morgan. Appassionata di libri rari, in poco tempo si afferma socialmente entrando nelle grazie delle élite aristocratiche della città e nel mondo dei bibliofili, ma la sua ascesa nasconde un segreto che potrebbe minarne la scalata in una società fatta dai bianchi per i bianchi. Belle Greene, è nera, pur non sembrandolo. Discende da una famiglia di ex schiavi ed è figlia di un famoso attivista per i diritti civili dei neri, il quale non vede affatto di buon occhio il tentativo della figlia di negare le sue radici. Alexandra Lapierre, figlia dello scrittore Dominique Lapierre, racconta la storia reale di una delle prime donne del Novecento ad avere avuto il coraggio di scegliere il proprio destino.

Segnalazione di

Giorgio Razzoli
libraio di Cartolibreria Bastogi
corso Italia n. 25, Orbetello
tel. 0564.867103

libreriabastogi@gmail.com
pagina facebook Cartolibreria Bastogi

Gli autori

redazione

Guarda gli altri post di:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.