Jonathan Franzen, Crossroads (Einaudi, 2021)

image_pdfimage_print

Franzen è il romanziere americano che meglio sintetizza e simboleggia l’America a cavallo tra i due millenni. Ogni suo romanzo è superlativo ma l’ultimo, Crossroads, ha una tale fluida perfezione da poter essere definito una pietra miliare della narrativa USA. Le tematiche care a Franzen ci sono tutte. La famiglia (quella degli Hildebrandt di Chicago, serbatoio di polemiche e ostilità represse), la società e la politica degli anni Settanta (il Vietnam, la droga, il pacifismo, l’emancipazione), il conflitto tra leggi morali, valori etici, desiderio di appartenenza e di trasgressione. Crossroads vive di sentimenti intersecati, creativi e nocivi allo stesso tempo, di paure e scatti di orgoglio, di accettazione e ribellione, di sconfitte e rivalse, in bilico tra ironiche autocompassioni e lapidarie autopunizioni. Una gustosa piccola antologia sulla natura umana.

Segnalazione di

Matteo Poletti
Libraio de La Città del Sole
via Walter Fontan 4, Bussoleno (Torino)
tel. 0122.744020

polettimatte@alice.it
https://www.facebook.com/librerialacittadelsole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.