Paolo Milone, L’arte di legare le persone (Einaudi, 2021)

image_pdfimage_print

Recita la fascetta: «Ci sono libri diversi da tutti gli altri. Quarant’anni a farsi domande in mezzo a quelli che chiamiamo matti». Il risultato di queste domande è il libro di Paolo Milone, psichiatra genovese di lungo corso prima in un Centro di Salute Mentale e poi in un reparto ospedaliero di Psichiatra d’urgenza. 
Milone utilizza il verso libero per trasformare tutto il suo bagaglio di esperienze in musica e per comporre questa Spoon River dei matti. Un libro che ci mette a parte di uno sguardo in cui la tenerezza è la faticosa conquista della giusta distanza dalle storie delle persone che si legano alla propria per mestiere ma anche per disponibilità all’incontro. Ogni incontro, sembra suggerire l’autore, un’avventura (ad ventura) ci mettiamo tutta la nostra umana e quindi imperfetta presenza ma alla fine capita quel che deve. Per lettori alla continua ricerca di tracce di vita e intensità vera.

segnalazione di
Filippo Scisciani
libraio di Binaria
Centro commensale del Gruppo Abele
via Sestriere, 34 Torino
tel. 011.537777

binaria@gruppoabele.org
www.gruppoabele.org
@binaria34