Lulù Miller, I pesci non esistono (Add Editore, 2020)

image_pdfimage_print

Lulù Miller, giornalista scientifica in crisi esistenziale, si mette sulle tracce di David Starr Jordan, tassonomista americano realmente esistito. Se all’inizio è affascinata dalla tenacia del professore, presto rimane turbata dalla sua ossessione per le teorie sull’eugenetica, che lo avevano portato a far promuovere, negli Stati Uniti, alcune leggi che regolamentassero la sterilizzazione di persone giudicate “indegne di procreare”. Un libro originale e spiazzante, che parte dalle presunte granitiche certezze della scienza e finisce per dare voce soprattutto a chi viene messo ai margini, sconfitto e dimenticato. Un libro che suscita dubbi, in un momento dove tutti sembrano avere in tasca la verità. Dimenticando che siamo esseri umani  tutt’altro che infallibili.

Segnalazione di

Matteo Poletti
Libraio de La Città del Sole
via Walter Fontan 4, Bussoleno (Torino)
tel. 0122.744020

polettimatte@alice.it
https://www.facebook.com/librerialacittadelsole