#IO STO CON RIACE

«Stiamo raggiungendo il punto di non ritorno. Se non ci sarà l’assegnazione programmata non solo finirà l’esperienza di Riace ma saranno messi in strada 165 rifugiati tra i quali 50 bambini e 80 operatori perderanno il lavoro». La Rete dei Comuni Solidali (RECOSOL) avvia una raccolta popolare di solidarietà per superare questa fase estremamente critica.

Salvare i naufraghi e aprire i porti

Non salvare chi naufraga è un crimine, lasciarlo morire in mare è un crimine, non aprire i porti o riportare i naufraghi in Libia è un crimine. Una politica disumana, nata con la legittimazione dei lager libici da parte del ministro Minniti e che prosegue oggi con Salvini, sta raggiungendo limiti mostruosi.

Hanno perso la testa

L’informazione falsa e le vere e proprie fake news diffuse dai sostenitori della linea ad Alta Capacità Torino-Lione: le penali inesistenti, come gli obblighi di restituzione dei costi già sostenuti e degli stanziamenti europei. La paura di “perdere il treno” (per loro d’oro) fa perdere la testa ai fautori di un’opera inutile, dannosa e spaventosamente costosa.

Pietà!

Lo sguardo di Josephine è un atto d’accusa senza appello nei confronti del ministro dell’odio Matteo Salvini, del suo predecessore Marco Minniti, di tutto il governo italiano e di un establishment dell’Europa privo di ogni traccia di umanità e di senso morale. Gridiamolo forte: “Non in nostro nome!”