S-BENDATI

image_pdfimage_print

La notte sul 12 luglio è andata in onda a Torino una originale protesta contro le politiche migratorie (e non solo) degli ultimi Governi. Alcune statue e fontane cittadine (i classici toret) sono state bendate con bande rosse e, a fianco, sono stati lasciati volantini non firmati in cui, sotto il titolo S-BENDATI, si legge, tra l’altro: «Ci siamo fatti convincere che la responsabilità per il peggioramento delle nostre condizioni di vita è dovuto a un nemico esterno. I fatti ci dimostrano il contrario. L’unico modo per migliorare le nostre condizioni di vita è svegliarci e affrontare i problemi concreti delle persone. Chiediamo a tutti di svestirsi delle bende insanguinate di questo sistema che ci siamo cuciti addosso per non vedere, di avere il coraggio di non essere complici, di rompere le frontiere in favore della autodeterminazione di migranti e di lottare contro l’ignoranza, la schiavitù e la guerra». I giornali cittadini informano che, per rimuovere le bende, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco, che sono stati impegnati per alcune ore…