Dedicato a Matteo Salvini

image_pdfimage_print

 

Sacko Soumayla – anni 29, migrante dal Mali, bracciante agricolo, organizzatore sindacale dell’ Usb che così lo descrive:” Un ragazzo da sempre in prima fila nelle lotte sindacali per difendere i diritti dei braccianti agricoli sfruttati nella Piana di Gioia Tauro e costretti a vivere in condizioni fatiscenti nella tendopoli di San Ferdinando (Rc)”.

La sua morte avviene a poche ore dalle orrende parole del nuovo ministro dell’interno Matteo Salvini, che parlando nella padana Vicenza ha detto;  “Per gli immigrati clandestini è finita la pacchia, preparatevi a fare le valigie…”