Chiara Sasso vive e lavora in Val Susa ed è naturalmente impegnata nel Movimento No Tav. Attiva nel mondo dell'ambientalismo, è tra i fondatori del Valsusa Filmfest e fa parte del coordinamento della Rete dei Comuni solidali (Recosol). Presidente della Fondazione "E' Stato il Vento", è autrice di numerosi libri su temi sociali e ambientali tra cui Riace, terra di accoglienza (Edizioni Gruppo Abele, 2012), Trasite, favorite. Grandi storie di piccoli paesi. Riace e gli altri (Carta/Intra Moenia, 2009) e Le mucche non mangiano cemento. Viaggio tra gli ultimi pastori di Valsusa e l'avanzata del calcestruzzo (con Luca Mercalli, SMS, 2004).

Contenuti:
image_pdfimage_print

Riace non si ferma

Il colpo è stato duro ma ora sta iniziando la ripresa. In queste settimane c’è stato un grande lavoro e a breve sarà attiva, grazie all’aiuto di molti, una Fondazione di partecipazione che lavorerà su progetti di “accoglienza spontanea” e riaprirà le botteghe, il ristorante, le case del turismo. Riace continua…

Riace: sembrava ribellarsi anche il cielo

A Riace, sabato scorso, anche i fichi d’india e i vasi delle piante grasse sembravano intimoriti dal clamore, dal passaggio di tante persone. E quella casa e quella finestra da cui il sindaco si affacciava rappresentavano il centro della mobilitazione dei molti che hanno deciso di alzarsi e di scendere nelle piazze.

Alta felicità in Val Susa

Cos’è un Festival Alta Felicità nella Valle che si vorrebbe devastare con un treno ad alta velocità? Un sogno, una provocazione, un impegno, un incontro di artisti, scrittori, attori, persone venute da ogni luogo per portare qualcosa e che ritornano a casa portando con sé qualche ragione in più per sostenere una lotta popolare come quella No Tav.