Paolo Borgna, già magistrato, è stato Procuratore della Repubblica aggiunto a Torino. E' presidente di Istoreto (Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea). Studioso di storia e di diritto è autore di numerose pubblicazione tra le quali “Il coraggio dei giorni grigi. Vita di Giorgio Agosti” [Laterza, 2011] e "Una fragile indipendenza. Conversazione intorno alla magistratura", con Jacopo Rosatelli [SEB27, 2021]. E' editorialista del quotidiamo "Avvenire".

Contenuti:
image_pdfimage_print

Referendum su avvocati e valutazione dei magistrati. Perché Sì

Attualmente i magistrati sono valutati solo dai loro colleghi. Il sistema, così, non funziona. È sotto gli occhi di tutti. Ed è chiaro che le valutazioni vanno integrate con quelle di chi ogni giorno vede come i magistrati lavorano. Gli avvocati, anzitutto. È una vecchia indicazione della sinistra che oggi la maggioranza della magistratura respinge. Incomprensibilmente.

Lager in Libia. Una sentenza, un libro

I centri di detenzione per migranti in Libia, una sentenza della Corte d’assise di Milano, un libro. Non si può, in poche righe, riassumere l’orrore che trasmettono le pagine del libro. Al termine della lettura, viene solo da dire: «Leggete questo libro, per favore. Non girate la testa dall’altra parte».