Web:

Profilo:

Andrea Aimar, cuneese, vive a Torino dove si è laureato in scienze politiche e ha conseguito un master in Sviluppo Locale. La sua tesi della laurea specialistica ha affrontato il dibattito del cooperativismo europeo tra fine Ottocento e inizio Novecento. Ha fondato insieme a tanti/e l’associazione Officine Corsare di Torino. Attualmente è formatore, giornalista freelance, ricercatore. Ha collaborato con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Intesa Sanpaolo Formazione. Si interessa dell’impatto delle innovazioni tecnologiche sul mondo del lavoro. È appassionato di storia, del lavoro e dell’impresa in particolare, e di storie. Da piccolo sognava di fare il biografo delle persone comuni, da grande pure. Ha scritto per le riviste online Chefare, Doppiozero, Internazionale, Lettera43, Sbilanciamoci.info, il blog Quinto Tipo.

Contenuti:

Nuto Revelli e i vinti dello sviluppo

Il 5 febbraio 2004 all’età di 85 anni ci lasciava Nuto Revelli. In molti indimenticabili libri ha dato la parola alla sua gente: dai soldati in ritirata dalla Russia alle donne e ai montanari del cuneese. In quelle pagine il mondo dei vinti ha trovato la sua rivincita e lo sviluppo indiscriminato una delle prime rigorose critiche.